MY FAVOURITE TWENTY 2018 – PART 1

IMG_0423copia

Potrei io ribadire che profumarsi è un arte? Suggerimento inflazionato … ma quanto diceva Mademoiselle Chanel … “Una donna senza profumo, è una donna senza futuro” è, infondo, un po’ vero … Non posso nascondere che sono state diverse le fragranze floreali che mi hanno intrigato e, stranamente, quelle con nota dominante alla rosa, che quanto amo come fiore, soprattutto da giardino, tanto non l’apprezzo nei profumi, pur essendo indiscutibilmente, la regina delle essenze profumiere. 

Ma andiamo a sbirciare !!!

Creata nel 1984 Elisabethan Rose è stata la più fedele interpretazione della classica rosa inglese secondo Penhaligon’s . Ma se … una rosa, è una rosa, è una rosa … Penhaligon’s è ritorna in quel roseto per una nuova versione di questa fragranza very british. Mandorla, nocciola e cannella si uniscono in una armonia esaltante di giglio rosso e l’assoluta di rosa centifolia (o rosa di maggio), ci portano nel paradiso dei sensi con vetiver, legni bianchi e muschio. Da donna.

Questa ricca Eau de Parfum ha come protagonista  l’essenza di tuberosa, veramente narcotizzante e cremosa, una fusione calda e armonica con gardenia e gelsomino. Una golosità innocente si intreccia con note di vaniglia e crema chantilly,  che danno vita a una dolcezza intensa e spirituale. La base legnosa e muschiata di cedro e sandalo aggiunge mistero e profondità al bouquet.  Da donna.

Il“mandarino integrale” restituisce tutta la ricchezza e il carattere pungente dell’agrume. Sulla pelle, la dolcezza avvolgente del mandarino si insaporisce con una sfaccettatura di “zucchero cotto”, un aroma zuccherato che prende forma attorno ad un’assoluto di fava tonka e ad un tocco di sempreviva dorata-speziata che ricorda il soffio secco della macchia mediterranea.  Unisex.

Questa nuova fragranza di Robert Piguet ti travolge all’inizio da note metalliche e marine, per poi aprirsi su legni preziosi e resinosi. E’ un profumo profondo e sfaccettato, energetico ma caldo e seducente grazie ad una vaniglia morbida e a leggere note di salvia e bergamotto. Unisex.

La stessa Terry de Gunzburg ha definito questa fragranza “gipsy chic” ed in effetti è un po’ il profumo dei contrasti, dove note apparentemente dissonanti convergono in questo liquido oro, come il sole di mezzogiorno.  Fiori d’arancio e mandarino, con un pizzico di neroli e bergamotto di Calabria frizzanti ed allegri. Ed ecco che un iris cipriato si insinua per un incontro con note di patchouli, legno di gaïac, vetiver e un pizzico di vaniglia per una seduzione “sotto il sole”. Da donna.

Questa Eau de Parfum è una fragranza vivace, fruttata e floreale creata dal maestro profumiere Francis Kurkdjian. “Un atteggiamento audace e lo spirito molto swinging di una vera londinese“; questa è l’anima di questo profumo. Le note di testa della fragranza sono un’esplosione cremosa di bacche e frutti di bosco, seguite da un luminoso gelsomino associato a una tenera violetta. Ambra e muschio sostengono questa composizione  seduttiva.  Da donna.

Che dire di questa fragranza di Filippo Sorcinelli? Stravagante, ma ti conquista al primo spruzzo. Ispirato al film di Ridley Scott, Hannibal, girato principalmente a Firenze, è incentrato sul rapporto tra Hannibal Lecter e Clarice. È una continua ricerca l’uno dell’altro, in due modi diversi ovviamente e anche in due mondi diversi. Un thriller? Quasi … Ma le molecole di sangue danno alla fragranza quel sapore metallico … Eppoi giglio, cuoio, gelsomino e garofano, oltre a note animali.  Spirito e spiritualità in una goccia di profumo. Unisex

 

Questa fragranza è lui, il mercante di Alessandria … d’Egitto. Sicuro di sé, ambizioso e astuto rispecchia Sohan, uno degli attori della fiction profumata dei Portraits di Penhaligon’s.  Non posso scrivere qui la sua storia, anche se mi piacerebbe, ma vi posso dire che questa eau de parfum è un orientale-speziato, che non si fa mancare nulla, partendo dalle note di testa di rosa, zafferano e pepe rosa, per poi addentrarsi nel morbido labdano e l’acquatico vetiver. La chiusura è il sigillo di maestosità di questa fragranza: un eccellente oud del Laos e un sandalo “quasi goloso”. Non per soli uomini …

Mi sento un po’ partigiana per questa fragranza, perché la uso abitualmente e normalmente non amo i sequel , ma questa Eau Internse Vétiver è un’altro scenario … un’altra Terre. Luminoso e potente come un raggio di sole, viene reso ancora più morbido dalle note di pepe di Sichuan e bergamotto di Calabria, rinvigorenti e frizzanti. Il vétiver ti inebria dal primo sentore e anche se la costruzione di base poggia sulla classica, il profumo risulta energetico e vigoroso. Legni preziosi e note terrose chiudono il cerchio. Non per soli uomini …

 Vestito di un elegante maglioncino, questa nuova fragranza di Iceberg mi ha conquistato per la sua aromaticità. Bergamotto di Calabria, cardamomo del Guatemala e frutta secca si aprono su un accordo di noce moscata, cappero e lavanda, prima di chiudersi in un fondo legnoso di Ambroxide, legno di gaiac e red patchouli. E’ intrigante e inaspettato … Per soli uomini?

To be continued …

di Giovanna Cappuccio

 

penhaligons.com,  amouage.com, artisanparfumeur.com, robertpiguetparfums.com, byterry.com, burberry.com, filipposorcinelli.com, hermes.com, iceberg.com, olfattorio.it

Commenta per primo