Messieurs: le Sabrage!

bg-deluxecase

Un must per lo champagne? Dotarsi di sciabola. Non per i soliti duelli all’alba fra gentiluomini, ma per un rito ben più frizzante, che sa comunque d’antico: sturare una bottiglia di champagne con la sciabola. A far rivivere questa spettacolare operazione su ponti di yacht, locali notturni o ristoranti sul mare ci pensa una prestigiosa Maison francese come G.H. Mumm, responsabile del lancio di uno speciale kit disegnato in collaborazione col designer francese Patrick Jouin, già noto per la collaborazione con Alain Ducasse. Il Kit Design G.H. Mumm si compone di una glacette, un set di flûte, alcuni vassoi gourmet e l’immancabile sciabola, con manico rosso in cuoio e lama in acciaio dalla punta quadrata. Il tutto a due colori, il bianco e il rosso simbolo della casa.

 

Le 4 mosse del Sabrage

1 – Posizionate in frigo per una notte la bottiglia di Champagne: in orizzontale, e senza mai scuoterla. Se avete fretta, immergete la bottiglia per almeno venti minuti in un secchiello con ghiaccio.

2 – Mettete a nudo il tappo togliendo la copertura e la gabbietta di metallo.

3 – A braccia distese e tenendo saldamente lo Champagne in posizione obliqua e col tappo rivolto verso l’alto, individuate la linea di saldatura sul collo della bottiglia: seguitela facendo scivolare lentamente e più volte la sciabola in direzione tappo, di piatto. Questo, giusto per prendere confidenza col movimento che dovrete attuare subito dopo.

4 – Con un gesto rapido e deciso, fate quindi scivolare la sciabola sul collo fino a colpire con violenza il bordo in rilievo dell’anello di vetro: voilà, questo salterà via insieme al bouchon.

 

ghmumm.com

 

Commenta per primo